Skip to main content

Dettagli Appuntamento

Conferma i dati

Nome:

Cognome:

Data Appuntamento:

Orario:

Appuntamento per

Condividi su

Il consumo delle bevande gassate ha effetti negativi oltre che sul nostro peso forma, anche sulla dentatura e sulle ossa.
Tra le più recenti ricerche, quella condotta dal Dr T.Bierman, dentista statunitense del San Diego Dental Studio, ha prodotto risultati molto interessanti sugli effetti della Coca Cola e affini sui denti. Dopo due settimane dall’inizio dell’esperimento si è notato che i denti sono diventati marroni a causa del colorante e lo smalto è stato corroso. L’ipotesi, ormai condivisa da molti altri ricercatori, è che siano gli acidi presenti nelle bibite, particolarmente l’acido fosforico, a produrre i danni più gravi. Quando lo smalto viene consumato, il dente è più sensibile e accelera il processo di decadimento, quindi è molto grave.
Bere bibite gassate in maniera regolare significa esporre i denti a un “bagno acido” che, a lungo andare, può distruggerli. Il ricercatore riconosce che gli effetti causati dall’immersione nella sostanza acida sono molto diversi dal bere le bibite abitualmente. Ma nel lungo periodo i denti subiscono i medesimi danni, soprattutto se si bevono tali bevande tutti i giorni.

Questo studio, scagiona in parte lo zucchero (per questo ma non ovviamente per la carie), che è da sempre considerato il principale responsabile dei danni dentali indotti dalle bibite. Inoltre il fosforo presente nella Coca-Cola e in altre bevande rende il calcio meno disponibile, con effetti negativi sui denti e sulle ossa. Infatti secondo una serie di ricerche condotte alla Harvard School of Public Health l’incidenza di fratture nei bambini che consumano le maggiori quantità di Coca-Cola sarebbe di 5 volte superiore rispetto a quanto avviene nei coetanei che ne bevono molto meno. Ma non è tutto, con i soft drink gli adolescenti possono assumere dalle 500 alle 1.000 calorie al giorno.
 E’ per questo motivo che le bibite sono considerate tra i responsabili dell’obesità infantile anche nel nostro Paese.
E’ necessario inoltre tenere conto di altre variabili, come per esempio il modo di bere. L’abitudine peggiore è sorseggiare le bibite, mentre il modo migliore è quello di consumarle con moderazione, finirle velocemente e utilizzare la cannuccia, perché minimizza il contatto diretto con i denti.
Insomma se avete sete sarebbe meglio bere un bicchiere d’acqua con una fettina di limone!

Vi aspettiamo nei nostri studi per qualsiasi consulenza e mi raccomando, prendetevi cura dei vostri denti!

Condividi su
PRENOTA ORA 06 33 33 377