Piercing che passione ma attenzione ai denti

Piercing che passione ma attenzione ai denti

Colorati, decorativi ma spesso anche molto dolorosi i piercing possono essere applicati su qualsiasi parte del nostro corpo. Che sia al sopracciglio o all’ombelico è solo una questione di gusti. Quello che conta però, è che l’inserimento di un oggetto metallico può comportare l’insorgere di infezioni più o meno gravi. Proprio per questo, quando il piercing viene applicato su parti del corpo delicate, come le labbra e la lingua, occorre fare molta attenzione e affidarsi a professionisti seri.

Innanzitutto è importantissimo che gli strumenti utilizzati siano adeguatamente sterilizzati e che i “piercer” abbiano le conoscenze e competenze necessarie per effettuare un intervento privo di rischi.

Successivamente è bene intensificare i controlli, in quanto la presenza di un corpo estraneo all’interno della nostra bocca potrebbe danneggiare i denti o provocare infezioni alle gengive.

Secondo alcune ricerche condotte dalla Dental School dell’Università di Buffalo, ad esempio, il continuo movimento del piercing contro i denti dell’arcata superiore, mentre si parla o si mangia, finirebbe per spingere e allontanare tra loro gli incisivi.

Il piercing potrebbe quindi scheggiare o spostare i denti, creando spazi anomali che prendono il nome di diastema. Non solo, senza un’adeguata igiene orale, il piercing potrebbe provocare infezioni alle gengive con il rischio di recessione o, peggio, di formazione di tasche parodontali.

Per evitare tutto questo noi di Freesmile vi consigliamo di intensificare i controlli dal vostro dentista di fiducia e curare maggiormente la vostra igiene orale. Lavate i vostri denti almeno due volte al giorno e non dimenticate di abbinare anche collutorio e filo interdentale!