Denti e bambini: come affrontare traumi ed emergenze

Denti e bambini: come affrontare traumi ed emergenze

I bambini, si sa, amano giocare. Il gioco, infatti, oltre a divertirli tanto, consente loro di acquisire nuove abilità, mettersi alla prova e imparare sempre di più. A volte, però, può trasformarsi in un’occasione pericolosa e il rischio di avere dei piccoli incidenti si nasconde dietro l’angolo. Proprio per questo i genitori devono sapere come affrontare un possibile infortunio. Qualora i denti fossero coinvolti, non è sempre facile gestire la situazione. Ecco alcune semplici e importanti regole da seguire.

In particolare, in caso di frattura del dente, occorre recuperare il frammento che dovrà essere conservato nella saliva, laddove non fosse possibile metterlo nel latte o meglio in una soluzione fisiologica. Se il frammento è integro il dentista provvederà al suo “incollaggio”. Se la frattura coinvolge la polpa occorrerà eventualmente devitalizzare l’elemento.
Se, invece, il trauma dovesse provocare la lussazione del dente, quest’ultimo non dovrà essere toccato e bisognerà evitare che il bambino chiuda completamente la bocca.
In caso di perdita totale del dente, è fondamentale conservarlo in un contenitore con soluzione fisiologica, latte o saliva, senza toccare le radici. Successivamente bisognerà recarsi immediatamente dal dentista che proverà ad eseguire il reimpianto del dente. Il successo del reimpianto è strettamente legato alla tempestività dell’intervento e all’assenza di batteri: bastano poche ore perché non sia più possibile.

Dopo l’intervento, i denti del bambino devono essere spazzolati dopo ogni pasto con uno spazzolino morbido. Inoltre raccomandiamo di applicare con una garza del gel alla clorexidina sulle parti traumatizzate, due volte al giorno per una settimana. A tutto ciò va abbinata una dieta di alimenti morbidi e facilmente masticabili per due settimane, limitando in caso l’uso del ciuccio.

Infine i genitori devono essere avvisati dell’eventuale insorgenza di complicanze come dolore, gonfiore, aumento di mobilità o comparsa di fistole, per le quali si renderà necessario il ritrattamento. In ogni caso, noi di Freesmile consigliamo di recarsi dal dentista il più presto possibile. La decisione riguardo al trattamento da eseguire dipenderà molto dal tempo trascorso tra l’incidente e la presa in cura del bambino.