Mobilità dei denti

Mobilità dei denti

Perché i denti si muovono?

La mobilità dei denti è un fenomeno molto diffuso. A molti sarà capitato, infatti, di percepire dei piccoli movimenti con la pressione della lingua o durante la masticazione o addirittura di avere dei denti che ballano!

Bisogna innanzitutto dire che i denti non sono assolutamente fermi, infatti, sono leggermente mobili rispetto all’osso ma questo movimento è impercettibile e rientra nella normalità. Quando cominciamo a percepirlo, allora dobbiamo iniziare a preoccuparci.

Una delle principali cause della mobilità dei denti è la parodontite detta più comunemente “piorrea”. Questa malattia provoca la distruzione dell’apparato di sostegno dei denti. Si forma quando nel solco tra il dente e la gengiva si deposita la placca batterica che favorisce la nascita di una tasca parodontale, cioè uno spazio dove si accumulano i batteri. Man mano che le tasche si approfondiscono, le gengive perdono il loro attacco ai denti, l’osso inizia a recedere e i denti cominciano a muoversi.

La mobilità dei denti può determinare anche la migrazione, cioè lo spostamento dei denti rispetto alla posizione naturale.

 

Come rimediare alla mobilità dei denti

La parodontite si può curare con diverse tecniche che vengono scelte in base al livello di gravità della malattia. Se le tasche parodontali non sono molto profonde, si può intervenire con il curettage gengivale. Questa tecnica consiste nella levigatura della parete radicolare attraverso un apposito strumento (curette) che permette la rimozione di batteri, placca, tartaro e tessuto infetto dall’interno della tasca, lungo la radice e la gengiva adiacente.

Invece, nel caso in cui le tasche siano molto profonde, in Freesmile preferiamo procedere con l’intervento parodontale. Si effettua un’incisione sulla gengiva e la si scolla in modo da raggiungere e vedere la superficie della radice e la parte più profonda della tasca, dove sono annidati i batteri; si procede poi a ripulire la parte infetta.

Con questo intervento si può eliminare la malattia e ripristinare la stabilità dei denti anche se in precedenza si muovevano e sembravano destinati alla caduta.