Leucoplachia: macchie bianche sulle gengive

Leucoplachia: macchie bianche sulle gengive
Vi è mai capitato di notare delle macchie bianche sulle gengive? Allora potreste esservi imbattuti nella leucoplachia, una patologia che colpisce membrane e tessuti all’interno della bocca e che si manifesta proprio con la comparsa di macchie bianche che colpiscono le membrane mucose e possono svilupparsi anche all’interno delle guance, sul fondo della bocca, sulle gengive e a volte sulla lingua.

 

Le cause della leucoplachia

Le macchie della leucoplachia sono spesso di colore bianco, ma possono essere anche grigie in alcune aree. Queste macchie di solito hanno una forma irregolare e sono un po’ rialzate. Inoltre, se poste a contatto con cibi piccanti o acidi, possono causare anche dolore.

 

Allo stato attuale non è stato possibile individuare le cause della leucoplachia, ma sembra che sia il risultato di un’irritazione. Denti ruvidi, protesi o un intervento ai denti possono causare irritazione orale, così come l’uso di alcol e di tabacco, e soprattutto l’utilizzo della pipa. La ricerca, inoltre, mostra che la leucoplachia è più comune tra le persone anziane.

 

Sintomi e cure

Le macchie bianche sulle gengive sono normalmente innocue e vanno via dopo un paio di giorni o settimane. E’ importante evitare alcol e interrompere il consumo di tabacco. Qualora, invece, le macchie bianche fossero particolarmente dolorose o impedissero di mangiare, parlare o portare apparecchi dentali è opportuno fare molta attenzione.

 

Questi sintomi, infatti, potrebbero essere la spia di un tumore orale. Consigliamo quindi di consultare un dentista che potrà esaminare le macchie bianche ed eventualmente prelevare un piccolo campione di tessuto malato, da inviare al laboratorio medico per un ulteriore esame.
La leucoplachia è una lesione precancerosa. Per questo motivo Freesmile consiglia di smettere di fumare, qualora dovesse comparire. Così facendo non solo andrà via da sola ma salverete la vostra vita. Pensateci!