Implantologia: le controindicazioni

implantologia controindicazioni

Sottoporsi a un intervento di implantologia può significare davvero molto per un paziente con pochi o nessun dente. Tornare a masticare e sorridere come non si faceva da tempo migliora sensibilmente la qualità della vita. Proprio per questo, prima di decidere di effettuare un intervento del genere, occorre informarsi sui centri più affidabili, ma soprattutto sulle condizioni necessarie per poterlo fare.

 

Implantologia: controindicazioni assolute

Ci sono infatti determinate patologie che rappresentano un forte ostacolo per la riuscita di un intervento di implantologia, o al contrario non offrono le condizioni ideali per affrontare l’intervento. Si parla quindi di vere e proprie controindicazioni, che possono essere suddivise fra assolute e relative. Questo significa che, mentre nel primo caso l’intervento di implantologia va escluso categoricamente, nel secondo caso potrebbe anche essere fatto ma con le dovute precauzioni.

Fra le controindicazioni assolute c’è ad esempio il diabete scompensato, cirrosi epatica, insufficienza renale. A queste patologie si aggiungono soggetti che abbiano avuto un infarto nei precedenti sei mesi, l’assunzione di bifosfonati per via sistemica, malattie neurologiche gravi, neoplasie in atto e pazienti in chemioterapia o sottoposti a terapia radiante.

 

Implantologia: controindicazioni relative

I casi in cui invece l’implantologia può essere effettuata, ma con le dovute precauzioni, sono quelli in cui il diabete sia compensato, patologie cardiache, malattie autoimmuni, patologie delle mucose orali e disturbi della coagulazione.

L’osteoporosi, invece, non costituisce un vero e proprio ostacolo all’implantologia. L’unica avvertenza, in questo caso, è quella di valutare attentamente se la persona in questione segua una terapia a base di alendronati. In questo caso, infatti, è molto più facile che l’intervento di implantologia possa avere come conseguenza una osteonecrosi.

Anche l’igiene orale, inoltre, è molto importante in quanto un’inadeguata pulizia dei denti, e dell’impianto in particolare potrebbe portare allo sviluppo di infezioni dell’osso intorno all’impianto, come ad esempio la perimplantite.

In ogni caso, se un paziente intende sottoporsi a un intervento di implantologia, noi di Freesmile esaminiamo tutto con la massima precisione e nei minimi dettagli. Nel nostro centro, nel corso della prima visita gratuita, ci preoccupiamo sempre di informare il paziente su tutti i possibili rischi legati all’operazione. Inoltre, grazie ai nostri rigidi protocolli, realizziamo tutti gli interventi di implantologia in una sala dedicata adeguata ai più alti standard di igiene e sterilità. Tutti questi accorgimenti, uniti alla professionalità e competenza dei nostri medici, ci permettono di avere un alto tasso di successo, superiore al 99,4%. Per prenotare una prima visita gratuita è possibile contattarci allo 06.33.33.377, dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 19:30.