Il colluttorio

Il colluttorio

Ti lavi i denti in maniera corretta e più volte al giorno ma vorresti comunque migliorare la tua igiene orale? Se è così potresti utilizzare il colluttorio, un prodotto che può aiutare la quotidiana azione di pulizia del cavo orale.
Il seguente articolo descrive le caratteristiche principali e le varie tipologie di colluttorio…
 

Caratteristiche del colluttorio 

Il colluttorio è un prodotto liquido utilizzato nell’igiene orale. Può svolgere diverse funzioni ma non può sostituire lo spazzolino da denti e il dentifricio come strumento principale per l’igiene orale,  può soltanto essere di supporto alla loro azione.

Può essere utilizzato per disinfettare il cavo orale, per contrastare la formazione della placca batterica, per prevenire e combattere la carie dentale o semplicemente per rinfrescare l’alito.

Per quanto riguarda la rimozione della placca, il colluttorio può essere utilizzato come ausilio per il completamento dell’igiene orale, ma non potrà mai essere efficace come lo spazzolino o il filo interdentale poiché manca di azione meccanica.

Il colluttorio è un prodotto che si può acquistare in farmacia o anche al supermercato, ma si consiglia sempre, prima di acquistarlo, di ascoltare il parere del proprio dentista, in modo da utilizzare il colluttorio che risponde al meglio alle proprie esigenze ed evitare possibili complicazioni e l’insorgenza di anche gravi effetti collaterali.

 

Tipologie 

Sostanzialmente, si distinguono due tipologie:

il colluttorio “per uso quotidiano”, cioè quelli utilizzati per rinfrescare la bocca, composti da sostanze naturali come la menta piperita;

il colluttorio “curativo” cioè quello utilizzato per combattere infiammazioni, batteri e carie, che contengono sostanze come fluoro e clorexidina.

Il colluttorio può contenere diverse sostanze e principi attivi, dalla sua composizione dipende il tempo e la frequenza degli sciacqui.

La maggior parte dei colluttori deve essere utilizzata dai bambini sotto stretto controllo dei genitori onde evitarne l’ingestione.

 

La clorexidina e il fluoro

La clorexidina è una sostanza chimica che svolge la funzione di disinfettante. Viene utilizzata come principio attivo nel colluttorio per combattere e contrastare i microbi. Svolge quindi un’azione antisettica e antibatterica.

Il fluoro è, invece, una sostanza che favorisce la rimineralizzazione dei denti, per questo motivo è utilizzato per prevenire e contrastare la carie. Bisogna comunque prestare attenzione alla quantità di fluoro che viene utilizzata, quindi è sempre buona norma, prima di iniziare un qualsiasi trattamento, anche per il colluttorio, consultare il proprio medico o il proprio dentista.