Carie

 

Che cosa può causare una carie?
La carie si genera quando avviene una demineralizzazione dello smalto, cioè quando gli zuccheri, a contatto con i batteri, liberano acidi che corrodono lo smalto. Per questo motivo, un uso eccessivo di cibi contenenti zuccheri, associato ad una non adeguata igiene orale, può causare la carie. La carie poi, se non curata penetra in profondità raggiungendo dentina e polpa.

Quando e perché la carie fa male?
Quando la carie penetra nella dentina, il dente può far male a contatto con cibi freddi e zuccherati. Quando raggiunge la polpa, il dolore diventa più intenso e continuo perché si genera un’infezione all’interno del dente.

Perché bisogna curare la carie anche quando non si avverte dolore?
Per evitare che la carie si estenda sempre più, fino ad arrivare alla dentina e alla polpa, danneggiando irrimediabilmente il dente.

E’ possibile prevenire la carie?
Si, attraverso una corretta igiene orale e adeguate abitudini alimentari è possibile diminuire notevolmente il rischio carie. Nei casi più a rischio è consigliabile anche l’assunzione di fluoro attraverso degli specifici dentifrici e la sigillatura dei solchi occlusali.

Che cosa si può fare per una corretta pulizia dei denti?
Bisogna impegnarsi tutti i giorni a casa con lo spazzolino e il dentifricio. E’ importante lavarsi i denti più volte al giorno e soprattutto la sera prima di andare a letto, per evitare che i residui di cibo, a contatto con i batteri, si trasformino in acidi, i quali, dissolvono lo smalto. Clicca qui per vedere il nostro video su come lavare i denti.

I colluttori aiutano nella prevenzione della carie?
Si, ci sono alcuni tipi di colluttori che aiutano a prevenire e a combattere la carie dentale.

Alcune gomme da masticare aiutano a prevenire la carie?
Si, le gomme allo xilitolo fanno bene alla salute dei denti; favoriscono una maggiore secrezione salivare la quale aiuta nella difesa della carie.

Che cosa sono i sigillanti dentali? A cosa servono?
I solchi tra le cuspidi dei denti, specialmente sui molari, sono tra le zone a maggiore rischio di carie perché lo spazzolino difficilmente può arrivarvi. Per ridurre il rischio carie si può effettuare una sigillatura dei solchi. Il sigillante è un composito fluido, opaco o trasparente, che viene fatto penetrare nei solchi per sigillarli evitando la formazione di carie.

Come possiamo mantenere l’effetto della sigillatura?
Il sigillante dura diversi anni ed è possibile riapplicarlo, se necessario.  In età adulta il rischio carie diminuisce, quindi non è più necessario riapplicarlo.

Come si devono spazzolare i denti? E con che cosa è preferibile lavarli: spazzolino classico o spazzolino elettrico?
Lavarsi i denti tutti i giorni non basta, è fondamentale farlo in modo corretto. Il movimento dello spazzolino deve essere verticale, dalla gengiva verso il dente, con un’inclinazione di circa 45°. Questo favorisce la rimozione della placca dal solco gengivale. Lo spazzolamento deve avvenire su tutte le superfici dei denti: interna, esterna e occlusale. In questo ultimo caso il movimento deve essere dal dietro verso l’avanti.  Non ha importanza se lo spazzolino è classico o elettrico, l’importante è lavare i denti in modo corretto. Clicca qui per vedere il nostro video su come lavare i denti.