Denti in mostra: le 4 sculture più bizzarre dedicate ai denti

Il mondo dei denti ha da sempre affascinato artisti, pittori e scultori da tutto il mondo. C’è chi preferisce dipingere tele con il dentifricio, come il pittore messicano Christiam Ramos, chi allestisce intere mostre dedicate al mondo dell’odontoiatria. E c’è poi chi realizza vere e proprie sculture ispirate a denti e tutto ciò che riguarda la salute della bocca.

Affascinanti e mastodontiche queste opere sono esposte in alcuni musei americani e australiani e meritano senz’altro una visita per chi avesse voglia di curiosare fra sculture e installazioni bizzarre e originali.

Negli Stati Uniti, ad esempio, a Trenton nel New Jersey, potrete ammirare “The Tooth”, la scultura a forma di dente più grande al mondo. Creata nel 1982 dall’artista J. Seward Johnson l’opera è alta ben 15 metri ed è collocata nel Grounds for Sculpture, un parco che accoglie sculture e opere contemporanee realizzate da artisti provenienti da tutto il mondo.

Più a ovest, nell’Ohio, vi suggeriamo di fare un salto al Cleveland Museum of Art, dove potrete trovare il “Giant Toothpaste Tube”. Si tratta di un vero e proprio tubo di dentifricio gigante. Rispetto alla prima questa scultura ha qualche anno in più: a realizzarla fu Claes Oldenburg, uno dei maggiori rappresentanti della Pop Art, nel 1964.

In Giappone, invece, non potete perdere le “Pietre che sorridono”. Si tratta di opere surreali realizzate dall’artista giapponese Hirotoshi Ito, laureato alla Tokio National Fine Arts University nel 1982. Queste pietre diventano veri e propri visi sorridenti, capaci di esprimere calore, morbidezza e umorismo.

Infine, in Nuova Zelanda, è possibile ammirare “The Harbour Mouth Molars”, un’installazione che rappresenta sei denti molari. Le sculture sono state realizzate da Regan Gentry e sono esposte in modo permanente a Dunedin. Una scelta non affatto casuale e che potrebbe sorprendervi. Dunedin è infatti l’unica città neozelandese che ospita la Facoltà di Odontoiatria.